Skip to main content

Le difficoltà nel comprare la casa giusta a Firenze

Quanti sognano di vivere in un’incantevole città d’arte? Magari come Firenze… Tra le città d’arte più belle d’Italia, “culla” del Rinascimento, nonchè ottavo comune italiano per popolazione, Firenze vanta un patrimonio artistico (patrimonio UNESCO) tra i più importanti e prestigiosi a livello mondiale.
Firenze vantava già dal Medioevo una posizione di rilievo quale centro culturale, commerciale, economico e finanziario. E non si può dire che nel corso dei secoli e degli anni, abbia perso il suo valore. Anzi.
Vediamo, quindi, quali potrebbero essere le difficoltà nel comprare la casa giusta a Firenze. Per farlo, bisognerà fare alcune considerazioni.

La prima considerazione riguarderà il valore monetario del settore immobiliare fiorentino, ovvero il prezzo degli appartamenti in vendita a Firenze.
Nonostante un forte calo abbia colpito il mercato immobiliare del “Bel Paese”, la città di Firenze non sembra colpita del fenomeno (o, almeno, molto meno rispetto ad altre).
Il calo si è registrato in maggior misura al Centro (-7%) e al Sud (-6,8%) dell’Italia, con una significativa svalutazione degli immobili rilevata in Molise (-18,2% in un anno).
A quanto pare (dai dati 2014 relativi al mercato immobiliare nazionale) svegliarsi abitualmente la mattina e costeggiare l’Arno per poi fare una breve sosta su Ponte Vecchio dove ammirare le brillanti vetrine. Continuare poi camminado davanti agli Uffizi e magari fermarsi a fare colazione a Piazza della Signoria, costa, in media, 3.657 €/m². Un valore, questo, molto più alto della media nazionale che si attesta a 2.166 €/m².
Gli appartamenti in vendita a Firenze sono, quindi, in controtendenza rispetto alle altre città italiane dove il prezzo al metro quadro risulta essersi abbassato in maniera proporzionalmente molto maggiore.
Il 2014 ha visto una chiusura in negativo per tutti i capoluoghi chiudono. L’Aquila (-17,7%) e Aosta (-11,9%) sono i centri in cui il mercato immobiliare ha risentito maggiormente della crisi economica. Finanche Roma ha subito un calo del prezzo di vendita pari all’8,4% in un anno (2014).
Firenze (-0,7% nei 12 mesi) supera Roma che scende in seconda posizione, seguita dalla città di Milano con un calo del 3,1 % in un anno (una media di circa 3.463 euro per mq.)
E questa si potrebbe definire una prima difficoltà.

In secondo luogo bisognerà riflettere sul significato di “casa giusta”. Possiamo affermare l’esistenza di un valore assoluto per elaborare una corretta descrizione di questo termine? O, forse, sarà necessario fare delle dovute considerazioni sulla base di alcuni profili più indicativi di persone che cercano casa a Firenze (relativamente alla motivazione). E, non certo secondarie, considerazioni relative all’offerta di appartamenti in vendita a Firenze.
Caratteristico centro storico o verdeggiante campagna? Spirito artistico o desiderio di relax? Appartamento stile liberty da abitare o di alto design da affittare per brevi periodi a turisti in visita nella città?
Diverse le risposte necessarie ad analizzare tale termine

Si può dire che le difficoltà nel trovare e compare la “casa giusta” sono tante e non riguardano soltanto Firenze. Sono difficoltà nel rinunciare a del denaro per all’acquisto, difficoltà per il costo delle abitazioni (anche se nell’ultimo periodo, come già detto, si è registrato un calo), difficoltà legate alla necessità di scegliere tra esigenze lavorative e di vita sociale.

Comunque, una buona ricerca delle offerte, un’attenta valutazione di queste relativamente ai propri desideri e qualche riflessione relativa al futuro, sono un valido aiuto ad una corretta valutazione per la scelta. La riflessione relativa al futuro, pur potendo sembrare banale, si riferisce alla domanda: è la casa dove abitare per la vita oppure è una casa di cui ho bisogno ora, ma forse domani potrei voler affittare?

Le offerte relative alle vendite di case nella città di Firenze fanno emergere una forte disparità, non certo impensabile, tra il costo relativo alle zone del centro storico e quello relativo alle zone di periferia (ma niente di così diverso da altre città d’arte), che può essere un altro strumento utile per incrociare desideri ed esigenze con le offerte di mercato.
Vivere al centro o fuori è una scelta importante che influenza anche altri comportamenti o obblighi da assolvere.
Certo è che chi ha deciso di acquistare una casa nel centro di Firenze, con molta probabilità non perderà mai il suo valore, perchè gioverà sempre dello splendido partrimonio artistico da cui è avvolta la città.